Quella che state per leggere é la prima parte di un articolo composto complessivamente di 3 parti che cercherà di aiutarvi ad installare easyAsterisk sotto VMWare ESXi 4.1. easyAsterisk é una versione custom, realizzata dall’azienda italiana Vision Sisge s.r.l. di Torino, del noto software Asterisk. Asterisk é la più diffusa soluzione VoIP opensource per la realizzazione di impianti telefonici (questo software é in grado di interfacciarsi con apparecchiature POTS, ISDN BRI/PRI, e naturalmente VoIP) ma la complessità dell’installazione unita alla difficoltà della configurazione spesso ne scoraggia l’utilizzo.La Vision Sisge ha quindi realizzato il software easyAsterisk (scaricabile liberamente dal seguente -link-) che oltre ad essere semplicissimo da istallare anche su pc dalle caratteristiche minimali (sarebbe sufficiente un Pc con Cpu PIII da 500MHz con 128 MB di RAM per un utilizzo familiare), ha soprattutto il merito di rendere davvero user-frendly l’uso di Asterisk grazie all’interfaccia e alla ricchezza delle funzionalità rese disponibili fin dal primo momento.
Il mio contributo per questo fantastico software sarà quello di spiegare il modo migliore per installare easyAsterisk in un ambiente virtualizzato: immaginate di avere un server piuttosto potente ma poco sfruttato perché dentro c’è solo il vostro gestionale, allora perché non utilizzare il vostro computer anche per gestire il centralino telefonico dell’azienda? Spero di avervi incuriosito e che proseguirete nella lettura di questa guida.
Requisiti minimi:
  • un server con VMWare Esxi 4.1 già installato (VMWare Player non lo considero idoneo per questo particolare impiego pertanto non ne farò menzione in questa guida);
  • l’immagine easyAsterisk-2.6.1-free-i386.iso scaricabile dal sito easyAsterisk.it;
Per cominciare dobbiamo creare il profilo della nostra macchina virtuale (come tutte le distribuzioni che si rispettano, easyAsterisk si basa su CentOS, e questa in particolare é la 5.5, Kernel 2.6.18-194.32.1); quindi attribuiamogli un nome e selezioniamo CeontOS 4/5 (32 bit) dato che nel nostro caso da un ambiente a 64 bit non riceveremmo alcun beneficio.
Scelta del sistema operativo: CentOS 4/5 (32 bit)

Scelta del sistema operativo: CentOS 4/5 (32 bit)

Basandovi sulle vostre esigenze e sullo spazio libero disponibile, il mio consiglio è quello di non scendere al di sotto degli 8 GB (l’installazione occuperà circa 3 GB).
Allochiamo almeno 8 GB di spazio per la nostra VM

Allochiamo almeno 8 GB di spazio per la nostra VM

Al termine della procedura guidata però dobbiamo spuntare la casella per la configurazione della macchina virtuale prima di premere il tasto Continue
Modifichiamo le impostazioni prima del completamento

Modifichiamo le impostazioni prima del completamento

Riepilogando, la macchina virtuale che ospiterà easyAsterisk nel mio esempio ha le seguenti caratteristiche:
  • Memory : 512 MB
  • CPUs : 2
  • VMCI device : Unrestricted
  • SCSI controller 0: LSI Logic Parallel
  • CD/DVD Drive 1: easyAsterisk-2.6.1-free-i386.iso (Device Status Connected e Connect at power on)
  • Network adaper 1: NAT (nel vostro caso potrebbe essere VM Network)
Colleghiamo il lettore CD al file iso di easyAsterisk

Colleghiamo il lettore CD al file iso di easyAsterisk

Andate nel menù Options e non dimenticate di forzare l’ingresso nel bios al prossimo avvio della macchina virtuale.
Al prossimo avvio chiediamo di entrare nel bios

Al prossimo avvio chiediamo di entrare nel bios

Ciò che consiglio sempre é di disattivare tutto ciò che é superfluo, quindi perchè non farlo a partire dal bios? Impostiamo su Disabled la voce Legacy Diskette A e suggerirei anche di impostare l’accesso a 32 bit del lettore cd che nel nostro esempio si chiama Secondary Master [VMware Virtual ID].
Disabilitiamo il floppy e impostiamo a 32 bit l'accesso al cdrom

Disabilitiamo il floppy e impostiamo a 32 bit l'accesso al cdrom

Dal menù Advanced entriamo in I/O Device Configuration e disattiviamo tutto.
Nel menù I/O Device Configuration disattiviamo tutto

Nel menù I/O Device Configuration disattiviamo tutto

Sempre nel menù Advanced, consiglio di impostare su Other sia l’Installed O/S che il Large Disk Accesso Mode.
Impostiamo su Other il Large Access Disk

Impostiamo su Other il Large Access Disk

Modificate la sequenza di boot di modo che il CD-ROM Drive sia il primo dell’elenco a partire dall’alto, seguito dalla voce Hard Drive.
Modifichiamo l'ordine di avvio

Modifichiamo l'ordine di avvio

Andate sul menù Exit perché adesso siamo pronti per salvare le nuove impostazioni e ad avviare l’installazione di easyAsterisk.
Salviamo e usciamo dal menù di configurazione

Salviamo e usciamo dal menù di configurazione

Siamo giunti al termine della creazione del profilo della nostra nuova macchina virtuale. Non ci rimane che procedere con la lettura della seconda parte della guida Installare easyAsterisk – Parte II (nella terza parte spiegherò come installare il software VMWare Tools) .